News

Lasciati coinvolgere dalla magia del Salento

Salento: viaggio lungo la costa adriatica

Scopri il Salento, partendo dalla costa adriatica. Melendugno e le sue marine, il posto ideale per passare la tua estate. Una porta aperta verso il paradiso.

 ~ TORRE DELL’ORSO ~

Torre dell’Orso è una località balneare del Salento, parte della Marina di Melendugno, in provincia di Lecce.

Nota per l’ampia spiaggia di finissima sabbia color argento, Torre dell’Orso vanta un mare particolarmente limpido per le correnti del Canale d’Otranto. Grazie a questa caratteristica d’estate la località è frequentata da molti turisti ed è stata più volte premiata con la Bandiera Blu d’Europa per la trasparenza e la pulizia del mare.

Il nome deriva dalla presenza, sulla costa, di una torre del XVI secolo, utilizzata in passato per avvistare le navi turche dirette verso il Salento. Presso la spiaggia, tra due scogliere sotto la vecchia torre, si trovano basse dune con una pineta, attraversata da un corso d’acqua chiamato Brunese. La scogliera è ricca di grotte, all’interno delle quali sono stati rinvenuti antichi graffiti in latino e greco, testimonianze di fede dei naviganti.

~ SAN FOCA ~

San Foca è una località costiera del Salento e una delle marine di Melendugno, in provincia di Lecce. È situata tra Torre Specchia Ruggeri e Roca Vecchia, sul Mare Adriatico. Il porto turistico di San Foca è il maggiore sulla costa fra Brindisi e Otranto.

La costa nel territorio della marina è rocciosa ed è caratterizzata da due insenature sabbiose (a Nord e a Sud del porto). Nell’insenatura Nord sono presenti alcuni scogli di dimensione 1-30 metri.

~ ROCA ~

Roca, è una località costiera del Salento e una delle marine di Melendugno, in provincia di Lecce. Si affaccia sul Mare Adriatico ed è posta tra San Foca e Torre dell’Orso.

Sede di importanti scavi archeologici, è un centro turistico di rilievo durante il periodo estivo. Si segnalano la Torre di avvistamento cinquecentesca, le rovine del castello a picco sul mare e la grotta della Posia (o della Poesia, come è probabilmente meglio nota). La grotta, di origine carsica, si affaccia sulla falesia costiera e ricopre attualmente notevole importanza in ambito archeologico, poiché nel 1983 sono state scoperte al suo interno iscrizioni messapiche, che hanno fatto risalire la grotta ad un luogo di culto del dio Taotor (o anche Tator, Teotor, o Tootor).

Accanto all’insediamento antico, sorge la località di Roca li Posti (Roca i Posti), frequentata in estate soprattutto da vacanzieri residenti nei paesi viciniori.

Lungo la strada che collega Torre dell’Orso a Melendugno sorge il vecchio villaggio, attualmente in restauro, di Roca Nuova. Tale borgo sorse intorno al 1480 quando, la popolazione di Roca Vecchia, venne messa in fuga dalle incursioni saracene, e fu costretta a rifugiarsi nell’entroterra. In quell’anno il sultano Maometto II, dopo aver conquistato Costantinopoli (1453) e sottomesso tutta la Penisola Balcanica, sbarcò sulla costa orientale del Salento, assediandola. Roca fu saccheggiata divenendo un ricettacolo di musulmani che da lì sferravano gli attacchi alla città di Otranto. Gli abitanti che sopravvissero crearono il menzionato nucleo abitativo.

~ TORRE SARACENA ~

Torre Saracena è un open village a metà strada tra Torre dell’Orso e Torre Sant’Andrea.
Localizzato a poche centinaia di metri dal mare è fornito di ogni servizio: bar, edicola, ristoranti e pizzerie, supermarket, spazi giochi e attrezzature sportive. E’ collegato alle spiagge attrezzate tramite un servizio di trasporto gratuito con bus navetta.

 

Richiedi Disponibilità